LA STREET ART APPRODA ALLA MUMBAI SCHOOL OF FASHION & DESIGN

L’acclamato street artist italiano Millo è stato ospite presso Istituto Marangoni Mumbai, dove ha incontrato gli studenti e raccontato la sua storia, parlando del suo amore per l’ arte e dei segreti del suo successo internazionale.

È innegabile che gli streetartist stiano vivendo un momento di intensa popolarità in India. La verve e il colore della street art e dei progetti urbani che stanno vivacemente trasformando gli edifici delle grandi città del paese sono stati ben accolti dalle persone del luogo, al di là di ogni significato politico e intellettuale. Questo basta per garantire a città come Mumbai o Delhi un posto sulla graffiti map mondiale.

Durante un viaggio in India, intrapreso per unirsi ai suoi colleghi artisti nel Mahim Art District di Mumbai in occasione dello St + Art Festival, lo scorso 15 gennaio 2019, Francesco Camillo Giorgino, detto Millo, è stato invitato a tenere un’esclusiva masterclass presso il Campus di Istituto Marangoni di Mumbai. Come parte di una mission votata al potenziamento dei giovani talenti attraverso esperienze di incontro diretto con personalità di spicco nel mondo della moda, dell’arte e del design, con iniziative quali “A conversation with”, Istituto Marangoni offre agli studenti la possibilità di toccare con mano le potenzialità del loro futuro, proponendo, al contempo, opportunità di dialogo e condivisione su aspetti specifici del settore di riferimento.  Millo ha parlato della sua arte e dei suoi punti di vista sulle città moderne, con l’obiettivo di condividere le sue scelte di stile con studenti entusiasti e di raccontare come ha scoperto cosa vuole veramente comunicare attraverso il suo lavoro.

Millo ha dipinto murali su larga scala per più di dieci anni, evolvendosi in un artista profondo e penetrante, in grado di trasmettere forti messaggi di speranza e positività. Le sue opere sono state esposte presso importanti gallerie in tutto il mondo, da Berlino e Londra, a Chicago e Los Angeles, e numerose riviste online e cartacee parlano di lui, tra cui Huffington Post, Corriere della Sera e Art Vibes.

Il simbolismo gioca un ruolo importante nelle opere di Millo. Vuole che la sua arte susciti domande. È particolarmente interessato a decodificare il significato nascosto dietro un’opera d’arte e trae ispirazione da tutto ciò che accade nella sua vita quotidiana. I suoi murales sono caratterizzati da linee semplici, in bianco e nero, combinate con un unico, ben riconoscibile tocco di colore,  con forti elementi architettonici riconducibili ai suoi studi passati di architettura. Le sue strutture semplici e monocromatiche raffigurano figure modeste atte a esprimere le sue idee o il suo stato d’animo. Durante la sua esperienza in India come finalista allo St + Art Festival di Mumbai, Millo ha realizzato un bambino con un ombrello in mezzo ad una pioggia di fiori: <<Il segreto è essere felici nel proprio piccolo e con i propri pensieri>> ha affermato, spiegando la scelta di celebrare la diversità culturale indiana attraverso la sua personale percezione della bellezza.

 

Compila il modulo, ti contatteremo entro 4 ore lavorative!

Privacy

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa ex. Art. 13 del GDPR 679/16 e acconsento al trattamento dei miei dati.

email   Accetto   Non accetto

telefono   Accetto   Non accetto

Acconsento al trattamento dei miei dati per finalità di profilazione.


  Accetto   Non accetto