Con &Other Stories per una nuova idea di upcycling

Istituto Marangoni Milano ha deciso di prendere parte, all’inizio di quest’anno, a un ‘contest’ ideato da &Other Stories, il marchio lanciato nel 2013 dal gruppo di abbigliamento low cost svedese H&M. Il progetto ha visto il coinvolgimento degli studenti del secondo anno del corso di Fashion Styling & Visual Merchandising della scuola di Milano che hanno realizzato e presentato idee dal taglio fortemente esperienziale, chiaramente incentrate sulla sostenibilità. 

Tra gli studenti partecipanti, l’idea vincente è stata quella della studentessa Gaetane Auffret che, grazie anche al lavoro sinergico con i colleghi, tra cui Julia Rokos, Mariam Abuladze e Jisu Kim, ha immaginato un innovativo modo di raccontare il tema dell’eco-sotenibilità attraverso l’upcycling, ossia l’utilizzo di materiali di scarto, destinati ad essere gettati, al fine di crearne di nuovi.

Durante la Milano Fashion Week, presso lo store di & Other Stories di Corso Vittorio Emanuele II a Milano, Gaetane, affiancata da Julia, ha tenuto dei veri e propri workshop. I workshop hanno visto la partecipazione di molti ospiti che hanno avuto modo di apprendere realmente come confezionare una borsa, a partire da un proprio indumento ormai destinato a non essere più indossato (t-shirt o camicia). Gaetane ha spiegato la differenza tra la realizzazione di una ‘t-shirt tote bag’, che non ha alcun tipo di cucitura, e una ‘shirt tote bag’, che invece richiede una tecnica di realizzazione lievemente più complessa.

Oltre ai workshop, nel corso dell’iniziativa, i clienti dello store hanno avuto la possibilità di lasciare un biglietto personale sotto uno speciale ‘albero dei desideri’, che vuole rappresentare la speranza concreta di una vera e propria rinascita del pianeta. 

“Amo il concetto di upcycling: non solo è meraviglioso fare qualcosa di concreto per salvaguardare il pianeta ma è ancora più soddisfacente farlo mettendo in atto la creatività, arrivando a creare qualcosa di unico e personale. Il mio obiettivo è soprattutto quello di far capire alla gente quanto sia semplice dare una seconda chance a un capo ormai destinato a non essere più utilizzato, creando qualcosa di nuovo e riducendo di conseguenza l’impatto ambientale.”– spiega Gaétane Auffret, attualmente al terzo anno del corso presso Istituto Marangoni.

 

Compila il modulo, ti contatteremo entro 4 ore lavorative!

Privacy

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa ex. Art. 13 del GDPR 679/16 e acconsento al trattamento dei miei dati.

email   Accetto   Non accetto

telefono   Accetto   Non accetto

Acconsento al trattamento dei miei dati per finalità di profilazione.


  Accetto   Non accetto

This site uses cookies to improve your navigation experience. By continuing to navigate this site, you accept our use of cookies. For more information read our cookie policy.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti, per mostrarti pubblicità in linea con le tue preferenze e migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Close