Con &Other Stories per una nuova idea di upcycling

Istituto Marangoni Milano ha deciso di prendere parte, all’inizio di quest’anno, a un ‘contest’ ideato da &Other Stories, il marchio lanciato nel 2013 dal gruppo di abbigliamento low cost svedese H&M. Il progetto ha visto il coinvolgimento degli studenti del secondo anno del corso di Fashion Styling & Visual Merchandising della scuola di Milano che hanno realizzato e presentato idee dal taglio fortemente esperienziale, chiaramente incentrate sulla sostenibilità. 

Tra gli studenti partecipanti, l’idea vincente è stata quella della studentessa Gaetane Auffret che, grazie anche al lavoro sinergico con i colleghi, tra cui Julia Rokos, Mariam Abuladze e Jisu Kim, ha immaginato un innovativo modo di raccontare il tema dell’eco-sotenibilità attraverso l’upcycling, ossia l’utilizzo di materiali di scarto, destinati ad essere gettati, al fine di crearne di nuovi.

Durante la Milano Fashion Week, presso lo store di & Other Stories di Corso Vittorio Emanuele II a Milano, Gaetane, affiancata da Julia, ha tenuto dei veri e propri workshop. I workshop hanno visto la partecipazione di molti ospiti che hanno avuto modo di apprendere realmente come confezionare una borsa, a partire da un proprio indumento ormai destinato a non essere più indossato (t-shirt o camicia). Gaetane ha spiegato la differenza tra la realizzazione di una ‘t-shirt tote bag’, che non ha alcun tipo di cucitura, e una ‘shirt tote bag’, che invece richiede una tecnica di realizzazione lievemente più complessa.

Oltre ai workshop, nel corso dell’iniziativa, i clienti dello store hanno avuto la possibilità di lasciare un biglietto personale sotto uno speciale ‘albero dei desideri’, che vuole rappresentare la speranza concreta di una vera e propria rinascita del pianeta. 

“Amo il concetto di upcycling: non solo è meraviglioso fare qualcosa di concreto per salvaguardare il pianeta ma è ancora più soddisfacente farlo mettendo in atto la creatività, arrivando a creare qualcosa di unico e personale. Il mio obiettivo è soprattutto quello di far capire alla gente quanto sia semplice dare una seconda chance a un capo ormai destinato a non essere più utilizzato, creando qualcosa di nuovo e riducendo di conseguenza l’impatto ambientale.”– spiega Gaétane Auffret, attualmente al terzo anno del corso presso Istituto Marangoni.

 

Compila il modulo, ti contatteremo entro 4 ore lavorative!

Privacy

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa ex. Art. 13 del GDPR 679/16 e acconsento al trattamento dei miei dati.

email   Accetto   Non accetto

telefono   Accetto   Non accetto

Acconsento al trattamento dei miei dati per finalità di profilazione.


  Accetto   Non accetto