Scopri i prossimi Virtual Open Day Milano · Firenze · London · Paris Iscriviti oraIscriviti ai Virtual Open Day
Alt image

Arte e moda al Wired Next Fest di Firenze

News

Arte e moda al Wired Next Fest di Firenze

02 ottobre 2019
CONDIVIDI
Anche quest’anno, nella veste di educational partner esclusivo, Istituto Marangoni ha portato il suo contributo al Wired Next Fest, il più importante festival italiano che, arrivato alla sua decima edizione, celebra e racconta la scienza, la tecnologia, il business, la rete, la ricerca, l’innovazione sociale, la voglia di cambiamento e l’evoluzione. Nel suo intervento “People on the edge” Francesca Giulia Tavanti, speaker d’eccezione, guiderà il pubblico in un confronto sulla relazione sempre più sinergica tra il mondo della moda e quello dell’arte attraverso nomi e storie di personaggi e il racconto di una sempre crescente proliferazione di collaborazioni e reciproche incursioni. Segnali molto importanti sia per il presente che per uno sguardo verso il futuro: la dimostrazione che il potenziale di questo fruttuoso dialogo non è ancora stato ancora completamente sondato.   People on the edge di Francesca Giulia Tavanti Il dibattito intorno al rapporto tra arte e moda torna a scaldare gli animi ponendo nuove domande e cercando, soprattutto, nuove risposte a una relazione che, di fatto, è sempre esistita.  Arte e moda hanno costantemente dialogato l’una con l’altra. Non c’è epoca nella storia dell’umanità, in cui questi due mondi non si siano reciprocamente nutriti attraverso contaminazioni, sovrapposizioni, sconfinamenti e vere e proprie collaborazioni. Questa fruttuosa, ma altrettanto complessa relazione, ha continuamente generato, però, grande controversia. Appartenente alla sfera ‘alta’ del sapere umano, l’arte ha sempre rimarcato la differenza e tenuto la ‘sorella minore’ a debita distanza. Da parte sua la moda, confinata sul gradino più ‘basso’ della cultura, perché funzionale e collegata direttamente alla vita reale, ha più volte tentato una propria legittimazione attingendo all’immenso patrimonio dell’arte.  Questo riscatto è finalmente avvenuto?  Forse ancora non totalmente, ma le cose sono decisamente cambiate rispetto al passato. I profondi mutamenti che hanno attraversato l’arte nell’ultimo secolo, hanno messo in discussione la sua stessa identità, facendola scendere o, sarebbe più corretto dire, buttandola giù, dall’ancestrale piedistallo dove è sempre stata posta.  Altrettanto radicalmente è cambiato il rapporto dell’arte con il concetto di tempo. L’arte contemporanea non si caratterizza per la propria vocazione all’eternità, ma al qui ed ora come, ad esempio, la performance.  Sinonimo di tempi che cambiano e di una società molto più legata al proprio presente che non al pensiero del domani?  Forse sì, e forse proprio per questo arte e moda, nel loro essere testimoni di una società che è cambiata e che continua a cambiare in maniera vertiginosa anche in risposta alle nuove tecnologie, si avvicinano ogni giorno di più. Instagram è uno dei maggiori responsabili dell’epocale rivoluzione innescata nelle nostre vite negli ultimi dieci anni e notevole è stato il suo impatto anche su arte e moda. Questa piattaforma ha, infatti, modificato il modo di produrre, comunicare, vendere e consumare sia opere d’arte che prodotti inerenti il mondo del fashion. Nessuno dei player di entrambi i due sistemi è esonerato da una revisione della sua funzione all’interno del paradigma di questo social network, dove le parole chiave sono notorietà e capacità di rimanere sulla cresta dell’onda - un’espressione quest’ultima che ci riporta più al qui e ora che non all’eternità. La nostra società, trasformata così dal magico quadrato, sembra essere il contesto perfetto per l’inizio di un nuovo capitolo nel rapporto tra arte e moda. La proliferazione di collaborazioni e reciproche incursioni sono segnali molto importanti: la dimostrazione che il potenziale di questo fruttuoso dialogo non è ancora stato ancora completamente esaurito.   Francesca Giulia Tavanti Docente di arte presso Istituto Marangoni Firenze   Scopri qui i corsi di arte!